Introduzione alla cartomanzia

Introduzione alla cartomanzia

La cartomanzia è uno dei tanti metodi a disposizione per la divinazione; ciò che la contraddistingue è il fatto che lo strumento è un mazzo standard di carte da gioco. Il mazzo di carte più comunemente usato è quello da 52 carte.

L’arte della cartomanzia è molto antica e, anche se oggi le letture dei Tarocchi l’hanno superata per importanza nella metasimbologia, ci sono ancora molte persone in tutto il mondo che preferiscono fare letture con mazzi di carte standard, soprattutto da quando si sono diffusi i consulti di cartomanzia a basso costo.

Molti esperti ritengono che le carte da gioco standard siano in realtà collegate o derivate dalle carte degli Arcani Minori, che fanno parte del mazzo dei Tarocchi. Gli Arcani Minori sono composti da 56 carte, mentre le carte da gioco standard usate nella cartomanzia consistono nei classici mazzi da 52 carte. Tuttavia, ci sono molte somiglianze tra i mazzi e questo rende possibile utilizzarne i vari tipi per la divinazione.

Proprio come nei Tarocchi, i mazzi di carte da gioco standard hanno quattro semi. Ognuno di questi semi corrisponde ad uno degli elementi che giocano un ruolo nell’astrologia, e la conoscenza dell’influenza che questo ha è necessaria per capire come le carte devono essere interpretate all’interno di ciascuna distribuzione. Nella cartomanzia, i fiori corrispondono al fuoco, le picche rappresentano l’aria, i cuori simboleggiano l’acqua e i quadri la terra.

Oltre ai semi, che hanno un significato e rappresentano un elemento, è importante il numero di carte in ciascuno dei semi. Ciascun seme è composto da tredici carte, numero che corrisponde al numero di cicli lunari annuali. Escluso l’asso, ci sono dodici tra carte numeriche e figure che, nella cartomanzia, sono direttamente correlate ai segni zodiacali.

A causa delle somiglianze tra le carte da gioco tradizionali e quelle dei Tarocchi, molte delle distribuzioni utilizzate sono comuni a entrambi. In qualsiasi distribuzione, le carte numerate sono indicate come pips, che sono indicatori di eventi o circostanze che stanno influenzando la vita del soggetto. Tutte le carte hanno un significato, che può mutare se vengono combinate con altre influenze. L’unico modo di interpretare correttamente le carte è fare molta pratica e cercare il significato da fonti affidabili in caso di dubbio.

Quando si usano carte standard per le distribuzioni dei Tarocchi, i semi e i loro significati devono essere adattati. Ad esempio, quando si usano carte normali per la distribuzione della Croce Celtica, i quadri saranno monete, le picche saranno spade, i fiori saranno bacchette e i cuori saranno tazze. Le figure sostituiscono le carte degli Arcani Maggiori. Proprio come con qualsiasi distribuzione, però, il cartomante dovrà concentrarsi su uno specifico argomento su cui vorrebbe avere informazioni, consigli o previsioni.

Una volta che una distribuzione sia stata delineata, il cartomante deve stabilirne il significato. La comprensione di una distribuzione, sia nei Tarocchi che nelle letture cartomantiche “classiche”, è il punto di partenza dell’arte della “lettura”. Il significato di ogni carta può variare da una distribuzione all’altra. Questo rende importante conoscere il significato generale delle carte prima di eseguire una lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *