La One armed bubble-gum bandits

One armed bubble-gum

Da dove deriva il nome One Armed Bandit e di cosa si tratta? In parole povere, “Il bandito con un braccio solo” è nello slang americano il modo più comune per descrivere una slot machine. Il suo nome deriva dai primi modelli in circolazione, che avevano una leva al posto degli odierni pulsanti.

Chi è l’inventore della slot machine?

One-Armed BanditPluggy, Poker Machine, Fruit Machine, Slot Machine o slot, ovvero la fessura in cui infilare la moneta: questi sono solo alcuni dei nomi con cui, nel corso dell’ultimo secolo di gioco d’azzardo, è stato chiamato il più famoso apparecchio per l’intrattenimento collettivo, cioè la slot machine. 

​L’uomo a cui si attribuisce l’invenzione della prima slot machine si chiama Charles August Fey, di origini tedesche, che arrivò a San Francisco alla fine del diciannovesimo secolo. Fey rimase presto affascinato dalle curiose macchinette del suo amico e inventore Gustav Schultze, che pagavano in sigari e bibite l’ottenimento della combinazione vincente. 

Nel 1894 Fey, che era meccanico, provò a costruire il primo dispositivo che poteva accettare monete e l’anno seguente progettò la sua seconda macchinetta, che ebbe molto successo, tanto da permettergli di abbandonare il suo precedente lavoro per dedicarsi alla produzione di massa di slot.

Liberty Bell è il nome della prima Slot Machine, che venne realizzata con tre bobine diverse, ciascuna con dieci simboli stampati: i ferri di cavallo, i picche, i quadri, i cuori e le campane. Per vincere il primo premio si dovevano allineare le tre campane e da qui il nome del dispositivo.

In quegli anni, in alcuni stati americani esistevano già limitazioni per il gioco d’azzardo e così il nostro abile inventore, per aggirare l’ostacolo, inseriva sulle macchinette la tabella dei pagamenti che stabiliva premi come bevande, gomme da masticare, mentine e prodotti simili, anche se in realtà, la vincita era in monete.   

One armed bubble-gum

Cento anni di storia e di popolarità

Dal primo progetto di Fey, le slot machine hanno conosciuto un successo davvero inaspettato e hanno attratto un susseguirsi di imprenditori, che hanno visto in questi dispositivi un’enorme fonte di guadagno.

Nel 1907 Fey collaborò con Herbert Mills, che possedeva l’azienda Mills Novelty, per apportare delle modifiche alla Liberty Bell e nel 1910 fu introdotta sul mercato la Mills Liberty Bell.

Le due principali differenze rispetto al modello precedente di Fey erano la forma della gettoniera a collo d’oca e i simboli, che erano frutti, mantenendo le campane solo per il jackpot. Il successo fu incredibile e si vendettero ben trentamila pezzi in pochissimo tempo.

Gli oltre cento anni di storia ci mostrano una costante evoluzione di queste macchine da gioco, attraverso vari step, dall’inserimento di nuove e colorate combinazioni, passando dai modelli meccanici a quelli più tecnologici elettronici, fino ad arrivare ai giorni nostri, con l’avvento dei numerosi svaghi online che tutti gli appassionati di questi tipi di intrattenimento conoscono.

La vera rivoluzione per questo mercato in continua crescita è stato proprio l’avvento di Internet, che ha portato il divertimento comodamente a casa del giocatore, in modo sicuro grazie alla legalizzazione di Aams.

In un mondo sempre più complicato e frenetico, la slot machine rappresenta una combinazione vincente di due fattori principali: la semplicità del gioco e l’aspettativa di una vincita veloce e sicura anche online.

Evadere anche per qualche minuto dallo stress quotidiano sia sul lavoro sia durante lo studio grazie a giochi coinvolgenti e di facile comprensione come questi, ha permesso nel tempo di consacrare il successo di un prodotto online che oggi rappresenta circa il 50% delle vincite e che non conosce crisi, facendo divertire e svagare le persone anche solo per una sera, da soli o in compagnia di amici.

slot machine