Trasloco: si comincia dall’organizzazione

fare un trasloco

Il trasloco è da molti considerato come un momento di particolare stress, difficile da superare indenni.

Per evitare che il momento del trasferimento verso una nuova casa sia associato a sentimenti negativi è importante organizzarsi con cura, evitando il disordine e la fretta.

Organizzare le cose con calma

Lo stress da trasloco è dovuto ad una lunga serie di fattori, uno dei quali è la fretta e la concitazione dell’ultimo giorno. Per alleviare questo sentimento negativo una buona preparazione anticipata è sicuramente consigliabile. In moltissimi casi infatti il trasloco viene previsto con grande anticipo, anche di mesi a volte.

Per questo motivo molte delle operazioni che riguardano il trasferimento si possono preparare con calma e con accuratezza, in modo anche da ottenere un lavoro meglio eseguito. Sul sito http://aztraslochi.it/ si possono trovare numerosi consigli sulle operazioni da svolgere in anticipo.

Prima di trasferirsi è importante verificare gli allacciamenti alle reti di servizi; in alcuni comuni italiani infatti ottenere gli allacciamenti, o i cambi di intestazione sulle bollette, è una questione che avviene rapidamente, in altri casi invece occorre attendere periodi di tempo variabili, a volte anche molto lunghi.

Se ci prepariamo per tempo non avremo l’incertezza dell’ultimo minuto e non rischieremo di trascorrere qualche giorno senza energia elettrica, o senza acqua, questioni sicuramente molto fastidiose.

Prepararsi al trasloco

In casa sono moltissime le cose che si devono spostare, e molte persone non sono in grado di quantificarle con accuratezza. Predisporsi alla partenza consiste non solo nel cercare di comprendere quante cose dovremo spostare, ma anche nel cercare di sbarazzarsi del superfluo, di ciò che in effetti non ci serve.

Con grande anticipo sulla data del trasloco si può fare una rapida valutazione di ciò che possediamo, scartando tutte quelle cose che non utilizziamo da molti anni. Del resto sarebbe del tutto inutile spostare nella nuova casa un vestito che non indossiamo da più di due anni, o delle attrezzature sportive che non abbiamo mai effettivamente usato.

Se si passa in rassegna ogni stanza della casa si possono trovare vere e proprie miniere di oggetti del tutto inutili, che magari abbiamo chiuso in un cassetto senza pensarci parecchi mesi prima.

Tutte queste cose non si devono necessariamente buttare, volendo le si può rivendere su internet, sui siti di annunci, o anche presso i mercatini dell’usato. Oppure li si può regalare a qualcuno che sappiamo ne farà un uso migliore.